Il tribunale delle anime

di Donato Carrisi (Longanesi)

Ci sono cose di me che non so.

Così dirà Marcus a Sandra nelle ultime pagine di questo sconvolgente romanzo, e a questo punto, lui non lo sa, ma noi speriamo che non scopra mai quanto ignora di sé stesso. Sia lui che lei hanno un passato oscuro e inquietante nel quale vogliono far luce, quello di lui, spaventoso, è andato distrutto da un’arma da fuoco e riappare a frammenti nei suoi sogni, quello di lei, volutamente occultato, nasconde la causa misteriosa dell’incidente in cui suo marito David ha perso la vita.

Sandra è una fotorilevatrice della polizia scientifica, sa scomporre e ricostruire la scena di un crimine in ogni dettaglio. Per mesi ha negato a sé stessa la morte del  marito, fino al momento in cui la telefonata di un misterioso funzionario dell’Interpol la esorta ad investigare su quello che in realtà è solo il piccolo anello di una lunga e oscura serie di cruenti delitti.

Marcus è un personaggio dal fascino ambiguo, esperto cacciatore di quei dettagli dove il male si nasconde fino a divenire invisibile, la sacralità del suo incarico lo pone in una pericolosa e duplice posizione di giudice inquisitorio e di salvatore. La sua memoria però è andata distrutta, la sua identità perduta, egli possiede solo la consapevolezza di essere responsabile di quanto avviene lungo quella sottile linea che divide il bene dal male.

E’ nei luoghi più segreti di Roma, tra opere d’arte che nascondono invocazioni e messaggi, che i destini di Sandra e Marcus si incrociano, uniti da un serial killer in punto di morte, dall’ultima sua vittima, ancora prigioniera e forse ancora viva, e da un misterioso meccanismo che, a distanza di anni o addirittura di decenni, ricongiunge le vittime e i carnefici dei più orrendi crimini del passato, in modo tale da dare ai superstiti l’allettante possibilità della vendetta.

Intanto, sullo sfondo di questa inquietante storia, che si svolge in pochi giorni, si muove l’ombra di un assassino disumano e geniale, capace di mutare e di replicarsi, un’entità spaventosa e inafferrabile uscita allo scoperto nella confusione di un disastro nucleare avvenuto molto tempo prima…

Non dirò altro su Il tribunale delle anime, lo straordinario romanzo con il quale Donato Carrisi (ricordate Il suggeritore?) è tornato a terrorizzarci, scoprirete voi stessi, nel piacere quasi perverso della lettura, cosa lega un giustiziere che agisce quasi per volontà divina ad un assassino implacabile perché incapace di riconoscere il male che egli stesso continua a generare. Scoprirete cosa sia in realtà questo tribunale delle anime, capirete chi sono i custodi del male più oscuro, profondo e, forse, davvero invincibile…

Invincibile perché troppo forte, perché troppo difficile da riconoscere e da trovare… Perché, spesso, altro non è se non il lato in ombra di chi lo combatte.

Advertisements

Comments are closed.