Cime tempestose

cimetempestosedi Emily Bronte (Mondadori)

Il mio amore per Heathcliff somiglia alle rocce eterne che stanno sotto quegli alberi: una fonte di piacere ben poco visibile, ma necessaria.

Emily Bronte nasce nel 1820 nello Yorkshire, quinta di sei figli tra i quali si manifesta presto un notevole talento letterario. In particolare, Emily e le due sorelle Charlotte e Anne, esordiscono fin da giovani nella scrittura, firmandosi con gli pseudonimi di Ellis, Currer e Acton Bell scelti, poiché associabili ad identità tanto maschili quanto femminili, per vincere la diffidenza contro le donne scrittrici. Contrariamente all’enorme successo ottenuto da Charlotte (Currer Bell) con Jane Eyre, il debutto di Emily/Ellis con Wuthering Heights, Cime Tempestose, è contrastato e difficile. Il romanzo, caratterizzato da cupe atmosfere gotiche e da un insolito intreccio concentrico, viene criticato a causa dei conturbanti temi sociali  in esso contenuti: la lotta di classe, il tradimento, le relazioni extraconiugali, la ribellione contro la società.

Fulcro della storia, lo struggente e oscuro amore tra HeathcliffCatherine rivela, nella sua passionalità esasperata e violenta, una forza invincibile e misteriosa, e una disperazione che condurrà entrambi ad annientarsi.

Io narrante delle prime pagine è il nuovo affittuario della proprietà di Heathcliff, il gentiluomo Lockwood che, recatosi nella residenza di Wuthering Heights per conoscere il padrone di casa, è colpito dal suo atteggiamento duro e solitario. Colto da un forte accesso di febbre e da inquietanti incubi, Lockwood è costretto a trattenersi temporaneamente a Wuthering Heights e, per vincere la noia, chiede alla governante Nelly, seconda narratrice del romanzo, di rivelarle il trascorso di quel luogo dove sembra incombere un’eterna e folle disperazione.

La narrazione di Nelly segue un intricato percorso di diverse generazioni, partendo dal momento in cui Earnshaw, il precedente proprietario, porta in casa Heathcliff, un piccolo orfano abbandonato per le strade di Liverpool. In parte per il carattere scontroso, in parte per quello che chiameremmo il pregiudizio del diverso, Heathcliff è odiato da tutti ad esclusione della coetanea Catherine Earnshaw, che si lega a lui con quella passione lacerante e ambigua dalla quale nessuno dei due si libererà mai.

Protagonista unico e dominante, Heathcliff è un personaggio affascinante, audace e temibile, capace di estremismi inauditi: amore e odio, ira e dolcezza, passione e violenza si fondono e si completano in una personalità anarchica e ribelle. Per anni subisce in silenzio le vessazioni del fratello di Catherine, confortato dell’inestinguibile affetto di lei che a sua volta, dominata dalla forte presenza di lui, cresce libera, selvaggia e lontana dalle convenzioni proprie della sua classe sociale. Quando, a causa di un contrattempo, la ragazza soggiornerà per qualche tempo a casa della ricca famiglia Linton apprendendo i modi dell’aristocrazia, Heathcliff, incapace di sopportarne la metamorfosi, lascia Wuthering Heights, e il suo gesto diverrà l’inizio di un’interminabile tragedia.

Oppressa dai debiti di gioco accumulati dal fratello, Catherine sposa Edgar Linton, ma confessa a Nelly di amare follemente Heathcliff, il quale tornerà dopo 3 anni, detentore di un’enorme ricchezza che gli consente di rilevare l’intera proprietà di Wuthering Heights. Ma il suo amore di un tempo, così esaltante, tenace e incorrotto, si è tramutato in un cupo sentimento di rabbia vendicativa e a tratti crudele, così come il rimpianto di Catherine non ha altra soluzione se non la follia. Spiriti inquieti, passionali e drammaticamente romantici, Heathcliff e Catherine ci lasciano infine presagire, ma non ne siamo del tutto certi, che solo dopo la morte abbiano avuta la possibilità di ritrovare l’armonia del loro reciproco e antico amore.

Emily Bronte muore di tisi a 30 anni, un anno dopo la pubblicazione del suo unico romanzo, spaventoso e magnifico, che diverrà un classico della letteratura.

Advertisements

Comments are closed.