Le avventure di Augie March

di Saul Bellow (Mondadori)

Nato nel 1915 in Quebec da immigrati russi di origine ebraica, Saul Bellow, insegnante e scrittore dall’intensissima vita sentimentale, morto nel 2005, è uno dei più eccelsi nomi della letteratura americana. Premio Pulitzer, tre National Books Awards, e il Nobel del 1976, ottenuto per la capacità di analizzare la cultura contemporanea unita ad una straordinaria comprensione della natura umana, Saul Bellow è un ineguagliabile narratore dei mutamenti dell’uomo nell’era contemporanea. La sua maestria nel dare forma e vita ai pensieri dei suoi personaggi, costruendo al contempo con estrema precisione la realtà nella quale essi si muovono, lo ha reso uno dei massimi scrittori nordamericani, al pari, secondo Philip Roth, di Faulkner.

Vincitore del National Book Award nel 1956, Le avventure di Augie March rappresenta indubbiamente una delle più elevate espressioni della singolarità di Saul Bellow. Augie March, protagonista e io narrante dell’opera, cattura non solo l’attenzione ma la simpatia e l’affetto del lettore, al quale egli racconta, in una sorta di confidenza amichevole, di cronaca e di diario, un eterogeneo succedersi di accadimenti in cui ad attrarre non è la suspance, ma il piacere di ascoltare la vivacità della sua vita e la nitidezza dei suoi sentimenti.
In una Chicago degli anni Venti, mirabilmente ritratta, rinchiuso dal destino ai margini della società, Augie, cresciuto all’ombra di una incorruttibile nonna acquisita, appassionato lettore di classici e desideroso di costruirsi il proprio percorso di vita, inventa, giorno dopo giorno, anno dopo anno, ogni possibile espediente per vivere e sopravvivere, passando da un lavoro all’altro, e percorrendo Stati Uniti, Messico ed Europa, in un viaggio dove persino la tragedia della guerra mondiale diviene occasione per addentrarsi nelle intricate verità dell’esistenza, come spesso accade alle creature di Bellow. Eternamente in fuga, tra amori e battaglie, nostalgia e disincanto, Augie rappresenta l’uomo in cerca di sè stesso, ma la sua storia non manca di ironia, dolcezza, entusiasmo e sensualità. Un romanzo eccezionale, per uno scrittore indimenticabile.

Advertisements

2 responses to “Le avventure di Augie March

  1. Anche a me piace Bellow e mi ha ispirato alcuni lavori.(Angelo)http://riservaindiana.blogspot.com/

  2. ho apena scoperto il tuo interessantissimo blog. pur avendo letto 5 o 6 libri di Bellow, non ho mai letto “Le avventure di Augie March” ma accetto il tuo “consiglio” e rimedierò quanto prima!un saluto.