La storia dell’amore

di Nicole Krauss (Guanda)

Spesso mi domando chi sarà l’ultima persona che mi vedrà vivo. Se dovessi scommettere, scommetterei sul ragazzo del take away cinese. Mi faccio portare la cena quattro sere alla settimana. Ogni volta che arriva faccio una gran scena prima di trovare il portafogli. Lui resta fermo sulla soglia con il sacchetto unto in mano mentre io mi chiedo se sarà questa la sera in cui, finito l’involtino primavera, mi trascinerò fino al letto e morirò di infarto nel sonno.

Non lasciatevi trarre in inganno dal titolo vago e poco rivelatore, o dal debutto da bestseller americano di questo romanzo. L’opera di Nicole Krauss è un raro e affascinante intreccio di amore e tristezza, di storia e fantasia, di incanto e realtà, in cui i personaggi, ognuno idealista e romantico a suo modo e tutti legati da un filo che attraversa l’oceano e i decenni, si incontrano in un succedersi di imprevedibilità degne di un thriller, lungo dimensioni narrative parallele, raccontate da voci differenti. Addentrandoci nelle pagine, conosciamo Leo Gursky, tenero, stravagante e malinconico sopravvissuto all’Olocausto nell’Est europeo, che vive a New York tra le ansie del presente e il rimpianto del passato, quando, giovanissimo e innamorato di Alma, scrive in suo omaggio un libro in yiddish: la Storia dell’amore. Poi, guerra e persecuzioni distruggono sogni e realtà, Leo migra in America, ritrova Alma, sposata, ma madre di un figlio scrittore che è suo, e, costretto a rinunciare all’amore, sceglie una vita solitaria e pittoresca. Ma non sa ancora come anche il suo manoscritto sia sopravvissuto e, per mano di un suo amico, tradotto in spagnolo, pubblicato in Cile, e acquistato da un giovane israeliano in vacanza: il futuro padre di un’altra Alma, adolescente di New York e inconsapevole erede del nome ispiratorio, che, anni dopo, seguendo le strade di un destino tanto casuale quanto incredibile, ricomporrà il mosaico dell’intera storia, fino ad incontrare Leo, e a scorgere nei suoi occhi di uomo anziano, lo sguardo del ragazzo innamorato rimasto intatto nonostante il tempo e le tragedie. Senza mancare di commuovere e di divertire, il libro affianca con ironia e piacevolezza sentimento ed avventura, frammisti a colorati elementi di cultura ebraica e di mito americano. Nicole Krauss, nata nel 1974 a New York da famiglia ebraica, è al suo secondo romanzo, ed è considerata dalla critica letteraria una delle più interessanti promesse tra i giovani romanzieri.

Advertisements

2 responses to “La storia dell’amore

  1. Ogni volta che passo di qui, ritrovo romanzi che ho letto ed amato. Anch’io ho parlato de “La storia dell’amore” sul mio blog. Un saluto, Simona

  2. Bellissimo libro che un anno fa lessi tutto d’un fiato per poi riprenderlo a poco a poco. Ne scrissi come te in un post.